Ekaterina Sadovnikova, Soprano. Born in Russia. APA Artists' Management Alexandra Mercer - www.apaartistsmanagement.com/ekaterinasadovnikova/




Maria Bulgakova
Simge Büyükedes
Scilla Cristiano
Elena Kelessidi
Hyuna Ko
Dimitra Kotidou
Julie Martin du Theil
Julia Sitkovetsky
Ekaterina Sadovnikova
Evgeniya Sotnikova
Anna Stylianaki
Letitia Vitelaru
Elena Zelenskaya


Asude Karayavuz
Larisa Kostyuk
Claudia Marchi
Victoria Yarovaya


Salvatore Cordella
Emanuele D'Aguanno
César Gutiérrez
Michael Heim
Francesco Marsiglia
Vadim Zaplechny


Marcin Bronikowski
Davide Damiani
Anooshah Golesorkhi
Nikos Kotenidis
Dimitri Platanias


Johannes von Duisburg
Sebastian Holecek


Gary Jankowski
Luiz-Ottavio Faria


Manlio Benzi
Thomas Sanderling
Jonathan Santagada


Dieter Kaegi


Ekaterina Sadovnikova

Soprano

Video (YouTube):
Lucia di Lammermoor (Spargi d'amaro pianto)
Lucia di Lammermoor (Il dolce suono)
Lucia di Lammermoor (Verranno a te sull'aure)
Tsar's Bride (Marfa's aria)
Die Zauberflöte (Mann und Weib)
Die Zauberflöte (Das klinget)
Rigoletto (Caro Nome)


Born in Russia she obtained a degree in History at the University of Armavir whilst studying singing.  She went on to complete her musical education at the Rimski-Korsakov Conservatory in St Petersburg, attended the Hochschule für Musik in Dresden and took part in the Elena Obraztsova international Competition, winning third prize. She attended the Salzburg Young Singers’ Project, appearing in the final concert at the Mozarteum under the direction of Ivor Bolton.  She won second prize in the International Opera singing Competition in St Petersburg, studying at the same time with Raúl Giménez. Ekaterina’s debut was as Adina L’Elisir D’amore at the Mikhailovsky Theater in St. Petersburg repeating the role in the same production at the Bolshoi Theatre. Out of Russia her very successful debut was as Violetta La Traviata at L’Opéra Royal de Wallonie, Liège and she has gone on to appear on the international circuit at some of the worlds most distinguished theatres, including La Scala Milan, ROH Covent Garden, Wiener Staatsoper and the Bayerische Staatsoper.

Roles:

ADELAIDE DI BORGOGNA: Title role

UN BALLO IN MASCHERA: Oscar

LA BOHEME: Musetta


I CAPULETI E I MONTECCHI: Giulietta

DON CARLO: Voce dal cielo

DON GIOVANNI: Zerlina

L'ELISIR D'AMORE: Adina




GIANNI SCHICCHI: Lauretta

FALSTAFF: Nannetta




IDOMENEO RE DI CRETA: Ilia

LUCIA DI LAMMERMOOR: Title role

LE NOZZE DI FIGARO: Susanna

LES PECHEURS DE PERLES: Leìla

RIGOLETTO: Gilda







LA TRAVIATA: Violetta





IL TRITTICO: (Suor Angelica; Suor Genovieffa; Gianni Schicchi: Lauretta)

WERTHER: Sophie

DIE ZAUBERFLÖTE: Pamina






Rossini in Wildbad Festival

Israel Philharmonic Orchestra

Teatro La Fenice di Venezia;
Teatro Comunale di Reggio Emilia

Operaestate di Padova Festival

Teatro del Maggio Musicale Fiorentino

Teatro alla Scala di Milano

Mikhailovskij Theatre;
Bolshoi Theatre;
Bayerische Staatsoper;
Wiener Staatsoper.

Teatro Regio di Parma

Teatro alla Scala di Milano;
Israel Philharmonic Orchestra;
LA Opera;
Teatro del Maggio Musicale Fiorentino

Teatro La Fenice di Venezia

Teatro La Fenice di Venezia

Teatro Massimo Bellini di Catania

Teatro del Maggio Musicale Fiorentino

L'Opéra Royal de Wallonie;
Terme di Caracalla;
ROH Covent Garden;
Teatro La Fenice di Venezia;
Canadian Opera Company;
Teatro dell’ Opera di Roma;
Teatro Verdi di Pisa

L'Opéra Royal de Wallonie;
Teatro La Fenice di Venezia;
Teatro di San Carlo di Napoli;
Teatro dell Maggio Musicale Fiorentino;
Israel Philharmonic Orchestra

Theater an der Wien;
Teatro dell'Opera di Roma

Teatro dell'Opera di Roma

Teatro dell'Opera di Roma;
Teatro La Fenice di Venezia;
Opera Estate Bassano del Grappa;
Teatro Verdi di Padova;
Teatro Sociale di Rovigo


In concert:

Mahler SYMPHONY NO. 4 - Accademia Santa Cecilia di Roma; Rachmaninov THE BELLS – Nederlandse Ptrogramma Stichting Amersterday Radio Vara; Poulenc GLORIA – Teatro dell Maggio Musicale Fiorentino; Mozart REQUIEM – Auditorium Conciliazione di Roma, Duomo di Orvieto, Teatro Petruzzelli di Bari; Rossini STABAT MATER: Teatro del Maggio Musicale Fiorentino; Tokyo Recital – Orchestra da Camera del Teatro Regio di Torino; Young Singer Project Salzburg – Salzburg Mozarteum.

Conductors with whom she has collaborated include:

Luciano Acocella; Sergio Alapont; Andrea Albertin; Christian Arming; Paolo Arrivabene; Matteo Beltrami; Giuliano Betta; Ivor Bolton; García Calvo; Myung-whun Chung; Ivan Ciampa; James Conlon; Johannes Debus; Dan Ettinger; Antonino Fogliani; Gianna Fratta; Daniel Harding; Gérard Korsten; Hannu Lintu;Jesús López-Cobos; Antonello Manacorda; Diego Matheus; Ryan McAdams; Zubin Mehta; Carlo Montanaro; Erik Nielsen; Renato Palumbo; Kirill Petrenko; Donato Renzetti; Daniele Rustioni; Karl-Heinz Steffens; Jeffrey Tate; Juraj Valcuha.

Directors with whom she has collaborated include:

Daniele Abbado; Christopher Alden; Federico Bertolani; David Bösch; Henning Brockhaus; Robert Carsen; Ruggiero Cappuccio; Willy Decker; John Doyle; Federico Grazzini; Stefano Mazzonis di Pralafera; David McVicar; Francesco Micheli; Damiano Michieletto; Leo Muscato; Antonio Petris; Lamberto Pugelli; Luca Ronconi; Otto Schenk; Fabio Sparvoli; Alessandro Talevi.

Reviews:

Rigoletto, 2016 - Teatro Verdi di Pisa

Luca Fialdini, uninfonews.it, 17 ottobre 2016
Dominatrice incontrastata della serata, Ekaterina Sadovnikova, un giovane soprano russo dal timbro amabilmente sottile e morbido, di una purezza eburnea e di una meravigliosa duttilità. Ha dimostrato grande intelligenza nella gestione degli acuti, arrivandoci con grazia e leggerezza. Solitamente i soprani leggeri hanno il riprovevole vizio di strillare quando si avviano alla soglia del registro acuto, ma il M° Sadovnikova è riuscita ad addolcirli in modo assolutamente mirabile, in particolar modo nelle varie coloriture della celebre aria "Caro nome che il mio cor". Insomma, ha trovato il modo di infondere al proprio canto la personalità di Gilda.

* * *

Die Zauberflöte, 2016 - Padova, Rovigo, Bassano del Grappa

Federico Scatamburlo e Salvatore Margarone, Musicandosite, 4 novembre 2016
Buonissima la performance di Ekaterina Sadovnikova, nei panni di Pamina. Con buona dizione (ricordiamo che l’opera è in tedesco), e un ottima resa scenica, ha emozionato l’uditorio, specialmente nell’aria del 2° atto “Ach, ich fühl’s, es ist verschwunden”.

Alessandro Cammarano, GBOPERA, 9 ottobre 2016
La Pamina, cui dà voce e corpo Ekaterina Sadovnikova, si distingue per una certa volitiva caparbietà, più donna che bambina. Padrona di una vocalità di grande freschezza la Sadovnikova affronta e risolve con sensibilità tutte le variegate sfaccettature che il ruolo le offre.

Alberto Massarotto, Il giornale della musica
Ekaterina Sadovnikova, ancora una volta a Padova dopo l’apertura di stagione con “I Capuleti e i Montecchi” per imprimere con eleganti e intensi filati i sentimenti di Pamina.

* * *

Les Pecheurs de Perles, 2016 - Opera di Firenze

Roberta Manetti, Firenzepost, 25 febbraio 2016
Il soprano Ekaterina Sadovnikova è stata un’applauditissima Léïla.

Nicola Lischi, GBOPERA, 24 febbraio 2016
Léïla era infatti Ekaterina Sadovnikova, soprano dal timbro assai gradevole, morbido, con agilità più che competenti e dagli acuti sicuri (fino a un bel re sovracuto tenuto a lungo: ha infatti scelto la variante sovracuta della cadenza alla fine del primo atto concluso da un trillo di buona esecuzione).

Livia Bidoli, gothicnetwork.org, 3 marzo 2016
La morbida voce della soprano russa Ekaterina Sadovnikova nella parte di Léila – già ascoltata nella parte di Sophie nel Werther messo in scena a gennaio 2015 all'Opera di Roma.

* * *

Werther, 2016 - Teatro dell’Opera di Roma

Michelangelo Pecoraro, Operaclick
Niente male la Sophie di Ekaterina Sadovnikova. Il soprano russo sembra trovarsi a suo agio nella petulante brillantezza che caratterizza il canto della sorellina minore di Charlotte: le agilità sono affrontate con baldanza, gli acuti un po’ vetrosetti contribuiscono a donarle credibilità e la recitazione, giustamente in bilico tra euforia e momenti melanconici, completa positivamente la parte.

* * *

Die Zauberflöte, 2015 - Venezia, Teatro La Fenice.

Alessandro Cammarano, OperaClick
Convince la Pamina volitiva di Ekaterina Sadovnikova, precisa nell’emissione ed attenta nel ricercare i giusti accenti.

Gilberto Mion, Teatro.it, 22 ottobre 2015
Significativa la Pamina di Ekaterina Sadovnikova: la sua è una fanciulla patetica ma non lagnosa, sostenuta da una vocalità vellutata, salda e mai monotona, tecnicamente matura e completa.

* * *

Adelaide di Borgogna, 2014 - Wildbad

Thomas Molke, omm.de
Auch in dem wunderbaren Duett am Ende des ersten Aktes "Mi dai corona e vita", in dem Ottone und Adelaide ihre gegenseitige Zuneigung bekennen, findet sie mit Ekaterina Sadovnikova in der Titelpartie zu einer Innigkeit, die unter die Haut geht. Da stört es auch keineswegs, dass die Personenregie nicht zu verheimlichen versucht, dass Ottone von einer Frau gesungen wird und Gritskova optisch abgesehen von ihrer Uniform nicht sehr maskulin dargestellt wird. In Ottones Schlussarie "Vieni: tuo sposo e amante" im Finale des zweiten Aktes, mit der Ottone einer glücklichen Zukunft mit Adelaide entgegensieht, stellt Gritskova mit ihrem beweglichen Mezzo, der auch in den dramatischen Höhen punkten kann, heraus, dass man von dieser Sängerin in Zukunft noch einiges erwarten kann. Sadovnikova steht ihr als Adelaide mit einem warmen Sopran zur Seite und begeistert mit leuchtenden Koloraturen und großer Beweglichkeit.

* * *

Gianni Schicchi, 2014 - Teatro Regio di Parma

William Fratti, liricamente.it, 17 gennaio 2014
Brava, dolce e delicata la Lauretta di Ekaterina Sadovnikova, che dopo “O mio babbino caro” strappa al pubblico il primo vero applauso della serata...


--> Download (Pdf)





TOP

APA Artists' Management / Alexandra Mercer
Studio 1 - 79 Bedford Gardens - London W8 7EG, UK - Tel: +44 (0)207 794 7633 - Fax: +44 (0)207 431 4344